MENU

la Band

Bio

EnkelVag nasce nel 2011 a Piombino Dese, piccolo comune dell’alta padovana.
Fondata da Giordano Bison e Enrico Pavan con lo scopo di proporre brani di ambientazione New Wave Elettronico e Industrial contaminati da chitarre e cantati più tipicamente Rock.
I mesi iniziali sono stati impiegati nella ricerca suoni originali e nella scrittura dei primi pezzi.
All'inizio del 2012 Claudio Simionato è entrato a fare parte del gruppo come cantante portando in dote la sua esperienza Prog-Metal.
Alla fine del 2013 si aggiunge alla formazione Diego Fortuni che, oltre alla sua esperienza di suoni e strumenti, aggiunge la lap steel guitar suonata in maniera originale e creativa.
I dubbi iniziali derivanti dalla diversa estrazione artistica e musicale si sono risolti in un equilibrio duraturo e creativo, di particolare importanza sono i testi di stampo intimista.
I componenti provengono da esperienze precedenti, tutte dedite alla creazione di musica inedita in generi differenti: PunkRock (Trunkenplatz), Rock-Funk (UntoCash), FolkRock (Crab), HardCore (Collision), Crossover (FuoriTempo), Prog-Alternative Rock (The Meaning Under), Blues (Singapore Blues Band).

A dicembre 2014 esce il primo EP in studio "Love has no known destination" che segue la prima prova live "A:/Aluminium".
A giugno 2017 esce il secondo lavoro "A tempo indebito" dove i racconti continuano grazie ai testi in italiano.

Band

I membri della band sono legati da rapporti di amicizia pre-esistenti e condividono esperienze di vita radicate nel territorio.
La terra permea gli abitanti con le sue caratteristiche primordiali, la nebbia acquisisce particolare importanza nella sensibilità di EnkelVag.
Procedere nella nebbia impone attenzione: senza una visione d’insieme le cose vicine acquistano importanza. EnkelVag è un modo, un tragitto, un biglietto di sola andata: sostanza distillata dal calderone dei ricordi, impulsi e pensieri.

Claudio Simionato: voce
Enrico Pavan: chitarra, programmazione
Diego Fortuni: lap steel, chitarra, basso
Giordano Bison: basso, voce

web: Giordano Bison [giordanobison.it]
foto: Fabio Guin [*ZERO]